Concorso di Lione 2010 – Masterclass
Lione1

Concorso di Lione 2010 – Masterclass

Si è appena celebrato a Lione, il 13 e 14 febbraio 2010, il concorso che in Europa inaugura la nuova stagione di mostre dell’anno in corso.

970 i pezzi presenti (senza il maltempo del fine settimana si sarebbero facilmente superati i 1000!). Molto elevata la qualità non solo fra i master ma anche nelle categorie “inferiori”; efficiente l’organizzazione che ha sistemato i piani espositivi all’altezza del volto, in modo da favorire la visibilità dei pezzi ed eliminare i fastidiosissimi cordoli di recinzione. Fornita, come sempre, l’area commerciale dove merita segnalare la casa siciliana Aitna e Pivato con le sue pregevoli basette.

Nel display dei giudici fra i pregevoli pezzi esposti una sequela di impressionante bellezza e raffinatezza: i master in milliput bianco realizzati da Laruccia per la Soldier (romani del periodo classico e tardo imperiale) e Art Girona (Ramses, Re David, Nabuccodonosor…).

I giudici Massimo Pasquali (Presidente), Adriano Laruccia, Mario Lucchetti, Alfonso Desiderio, Vincenzo De Gaetano, Alex Cortina, Andrea Terzolo, Luca Baldino e Philippe Gengembre hanno avuto il loro daffare per selezionare fra i numerosi modelli quelli da premiare!

Best of show ancora una volta a Riccardo Ruberti (lo era stato anche lo scorso anno!) che stupisce per la facilità con cui si muove fra le varie epoche. Peraltro lui è uno che alle mostre ci va di persona, sobbarcandosene la fatica, e non si fa “rappresentare” dai collezionisti; in sala poi “piantona” il suo display con encomiabile costanza, illustrandolo e rispiegandolo con infinita pazienza!

Molto affollato il settore fantasy (ad occhio direi un terzo della mostra) con una fitta presenza giovanile e pezzi straordinariamente dipinti.

Con la correttezza e trasparenza che li contraddistingue, non appena ultimato il concorso gli organizzatori hanno inserito nel sito Lugdunum figurines non solo il palmares completo, ma anche i voti assegnati da ciascun giudice e la media finale valida per la classifica. Esempio raro – e chissà perché poco imitato! – in un mondo dove le polemiche sull’attribuzione delle medaglie non mancano mai.

A tale sito rinviamo per una panoramica completa sui premiati e per l’ampia raccolta fotografica dei prezzi presenti:

http://www.lugdunum-figurines.com/photos/index.php?0=Lugdunum%20shows&last=2010

Paolo Di Marco