Au Petit Soldat 2010 – Masterclass
Aps

Au Petit Soldat 2010 – Masterclass

La mostra/concorso “Au Petit Soldat” si conferma e si consolida nella sua seconda edizione, che ha avuto luogo a Bra (CN) l’11, 12 e 13 giugno. Certo non si avvicina ai numeri di alcune gloriose e forse irripetibili edizioni del quasi omonimo concorso di Saint Vincent di cui vorrebbe raccogliere l’eredità, ma bisogna dire che Ivo Preda e la sua equipe hanno lavorato sodo e i risultati si vedono.

Molto bella e più che adeguata la sede scelta, il Movicentro di Bra: struttura a due piani in vetro a acciaio, trasparente e luminosa. A piano terra hanno trovato posto la segreteria del concorso e l’area commerciale: presenti le ditte Bestsoldiers, Meridiana, Masterclass, Soldier, D&W International, Au Grenadier, il Basetta, Pivato, 27 Rosso. Due le novità presentate nell’occasione, davvero molto belle: il “Portastendardo su cammello della colonna Graziani in Libia” (1922) de La Meridiana, opera del duo Nino Pizzichemi/Danilo Cartacci e “Following the enemy” (Bestsoldiers) una scenetta con 2 personaggi e 4 teste intercambiabili – 2 indiane e 2 europee – del periodo delle guerre franco-indiane, scolpita da Alan Ball e dipinta da Davide Chiarabella.

Al primo piano, su tavoli a giusta altezza d’occhio, sono stati esposti i figurini in concorso e quelli dello staff e dei collezionisti (Barazza, De Gaetano, Nunnari, Scuterini, Le Bivuac, Bellato, Fassardi); questa volta, a differenza della scorsa edizione, le collezioni erano ben rappresentate, con numerosi pezzi assai diversi per autori, periodo storico ed epoca di fabbricazione. Circa 700 i figurini complessivamente visibili. Sensibile, peraltro. la scarsa presenza di pezzi fantasy, che nelle ultime edizioni del concorso di Saint Vincent erano arrivati a costituire un settore consistente.

In bella posizione, alla vista di tutti, è stato sistemato il Trofeo delle Nazioni, di cui l’Italia è attualmente detentrice, che da alcuni anni impegna per la sua conquista squadre di più elementi di vari paesi. Il grande trofeo, a forma di elmo greco, reca le targhette delle nazioni vincitrici: tre volte l’Italia, (2006, 2007, 2010), una ciascuna la Francia (2009) e la Spagna (2008).

Le giornate sono state animate il sabato dalla gara di speed painting e la domenica dal corso accelerato di speed sculpting con Mariano Numitone.

Fra i “grandi nomi” presenti, oltre a Numitone, ricordiamo Ipperti, Ruina, Ruperti, Desiderio, Lucchetti, Berselli, Decina, Chiarabella, Olivieri, Pezzotti, Volpe, Amorese, scusandoci con chi ci fosse sfuggito.

Best of the Show al duo Numitone/Cartacci, ormai glorie nazionali!

Maggiori notizie, fotografie e palmares completo sul forum di Figurinitaly, sul sito Supereva Modellismo e 27 Rosso.

Paolo Di Marco