itenfrdees

AUSTIN FX 4

Il mitico taxi londinese


Il taxi londinese degli anni Sessanta - degli anni dei Beatles e della rivoluzione culturale e musicale - rompe con lo stile del suo predecessore, l'Austin FX 3, e segna un'evoluzione che sarà poi seguita dai modelli successividella prestigiosa casa auotmobilistica britannica.


La mitica FX 3

L' FX 4 è stato il taxi londinese per eccellenza degli anni Sessanta e Settanta, prima di essere progressivamente sostituito dal somogliante FX 4R (sempre dell' Austin), e poi ancora dall'FX 4S

Ancora oggi a Londra troviamo qualche TX 4, anche se la maggior parte dei taxi sono stati prodotti con il nuov Austin TX 1 molto più moderno nelle linee e vicino al concetto di monovolume.

Prodotta per quasi quarant'anni (se consideriamo che le versioni successive sono solo delle semplici varianti del modello base) la FX 4 è la vettura che ha avuto la maggiore longevità nella storia automobilistica britannica, dopo la Land Rover.

Scheda tecnica


Londra possiede  oggi circa 20.000 vetture appositamente prodotte dall'Austin per essere adibite a Taxi.
Sono veicoli spaziosi e confortevoli, anche se un po costosi.

Anno di fabbricazione: 1957

Peso: 1664 Kg

Capacità del serbatoio: 52.5 Lt

Motore: 4 Cilindri 2600 cc

Velocità amssima: 90 Km/h

Numero di esemplari costruiti: circa 100.000


La capitale britannica è una delle poche città al mondo ad avere un apposito parco taxi interamente costituito da vetture dello stesso tipo costruite da più di cinquant'anni nello stabilimento Austin di Coventry.


Quanta pubblicità!!

Il taxi londinese è molto facile da riconoscere, privo di portabagagli posteriore, da sempre nero (anche se oggi la pubblicità ha iniziato a tappezzare le carrozzerie delle FX 4 e delle TX 1)


Due tipici mezzi di trasporto londinesi il taxi FX 4 nero e il bus a rosso a due piani


Liberamente tratto dalla raccolta TAXI del Mondo edita dalla De Agostini.
PS: La raccolta consente di collezionare anche dei bellisimi modelli dei taxi scala 1:43

Per maggiori informazioni sulla raccolta potete contattare: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.